CODICE RETMA + INFO E CALCOLI

 

 

 


DECIFRARE IL VALORE DELLE RESISTENZE (1)

Le fasce di colore presenti sul corpo di ogni resistenza rappresentano
un codice che ci permette di determinare con estrema facilità il
valore ohmico. Ricordarsi a quali numeri corrispondono i vari colori
puo' comportare qualche difficoltà.


TRE FASCE DI COLORE
------------------------------------


Assegnato un numero a questi colori, ci chiediamo come si possano
comporre con solo tre fasce di colore numeri quali 1.200 - 150.000 -
1.000.000 ohm. Per comprendere come si possano ottenere questi valori
bisogna ricordarsi che:

a) le prime due fasce vengono utilizzate per definire i primi due
numeri significativi.
b) la terza fascia viene utilizzata per sapere quanti zeri aggiungere,
prendendo sempre come riferimento il suo colore.

Pertanto se l'ultima fascia è ROSSA, colore che corrisponde al numero
2, bisognerà aggiungere due ZERI, se invece sarà GIALLA, colore che
corrisponde al numero 4, bisognerà aggiungere quattro ZERI.
Nella Tabella n.1 riporto i NUMERI e gli ZERI da assegnare ad ogni
fascia di colore.
Ai primi due numeri standard segue il moltiplicatore che è composto
da tanti zeri quanti quelli indicati dal corrispondente colore.
Pertanto il colore marrone equivale a 0, il colore rosso equivale a
00, il colore arancio equivale a 000, ecc.


In questa Tabella sono inclusi i colori ORO e ARGENTO.
Se in una resistenza troviamo in corrispondenza della terza fascia il
colore ORO dobbiamo dividere x 10 il numero ricavato con le prime due
fasce, quindi questo colore si usa soltanto per valori ohmici compresi
tra 1 e 8,2 ohm.
Se in una resistenza troviamo in corrispondenza della terza fascia il
colore ARGENTO dobbiamo dividere x 100 il numero ricavato con le prime
due fasce, quindi questo colore si usa soltanto sulle resistenze da
0,1 - 0,12 - 0,15 - 0,18 - 0,22 - 0,27 - 0,33 - 0,39 - 0,47 - 0,56 -
0,68 - 0,82 ohm.

======================================================================
ESEMPI
======================================================================

Sul corpo di una resistenza troviamo i seguenti colori:

1) Marrone - Nero - Nero
1 0 =

il suo valore sara' pari a: 10 ohm

2) Marrone - Nero - Oro
1 0 :10

il suo valore sara' pari a: 10 : 10 = 1 ohm

3) Grigio - Rosso - Oro
8 2 :10

il suo valore sara' pari a: 82 : 10 = 8,2 ohm

4) Marrone - Nero - Argento
1 0 :100

il suo valore sara' pari a: 10 : 100 = 0,1 ohm

VALORI STANDARD
-------------------------------


Ad un principiante si puo' presentare un secondo problema, cioe' come
stabilire da quale lato iniziare a leggere queste fasce di colore.
Per risolvere questo problema sara' sufficiente ricordare che i primi
due numeri di tutte le resistenze standard possono avere soltanto
questi valori:

10 = MARRONE NERO
12 = MARRONE ROSSO
15 = MARRONE VERDE
18 = MARRONE GRIGIO
22 = ROSSO ROSSO
27 = ROSSO VIOLA
33 = ARANCIO ARANCIO
39 = ARANCIO BIANCO
47 = GIALLO VIOLA
56 = VERDE BLU
68 = BLU GRIGIO
82 = GRIGIO ROSSO

Se si riscontrano dei numeri diversi significa che si sta leggendo la
resistenza a rovescio.


DECIFRARE IL VALORE DELLE RESISTENZE (2)


QUATTRO FASCE DI COLORE
---------------------------------------------


Soltanto le resistenze più economiche, cioe' con una tolleranza del
20%, hanno tre fasce di colore.
Quelle più precise hanno sempre una quarta fascia in colore argento o
oro, che indica il valore della loro tolleranza:

ARGENTO tolleranza +/- 10%
ORO tolleranza +/- 5%

Poiche' questi colori sono sempre presenti nell'ultima fascia (vedi
Tab. n.2), e' ovvio che per leggere il valore di una resistenza
si iniziera' sempre dal lato opposto all'oro e all'argento.


======================================================================
ESEMPI
======================================================================

1) Una resistenza da 10 ohm con una tolleranza del 10% presentera'
questi colori:

Marrone - Nero - Nero - Argento
1 0 = 10%

Una resistenza minore di 10 ohm e con una tolleranza del 5% sara'
contraddistinta da due fasce di colore oro, la prima delle quali
servira' per dividere il valore per 10 e la seconda per indicare la
tolleranza.

2) Una resistenza da 1 ohm con una tolleranza del 5% presentera'
questi colori:

Marrone - Nero - Oro - Oro
1 0 :10 5%

Se la resistenza fosse da 0,1 ohm con tolleranza al 10%, sul suo corpo
sarebbero presenti due fasce di colore argento:

Marrone - Nero - Argento - Argento
1 0 :100 10%

Si fa presente che valori ohmici cosi' bassi vengono usati raramente.


CINQUE O SEI FASCE DI COLORE
---------------------------------------------------


Passando dalle comuni resistenze a quelle di "precisione" a strato
metallico che non hanno valori standard, la lettura si complica
leggermente, perche' sul loro corpo vi sono 5 (Tab. n.3) ed in certi
casi anche 6 fasce di colore.
La presenza di questo maggior numero di fasce e' dovuta al fatto che
tali resistenze, che vengono utilizzate prevalentemente in strumenti
di misura, sono caratterizzate da valori alquanto strani, come 9.9 -
101 - 576 - 10.000 - 90.900 - 3.010 ecc.
Per queste resistenze le prime tre fasce in colore stanno ad indicare
le prime tre cifre significative, la quarta fascia il numero di zeri
da aggiungere, la quinta fascia la tolleranza e la sesta fascia, che
appare raramente, il coefficiente di temperatura.

Nota = 200 ppm o 50 ppm di coefficiente di temperatura significa che
per ogni grado centigrado di variazione della temperatura, il valore
ohmico varia da 200 parti o 50 parti su un milione.
Poiche' la lettura di queste resistenze e' un po' più complessa,
diciamo che se sul corpo sono presenti 5 fasce, l'ultimo colore potra'
essere soltanto Verde - Rosso - Marrone: infatti queste sono le tre
uniche tolleranze presenti in tale resistenza.
Se invece troviamo 6 fasce l'ultimo colore potra' essere soltanto Nero
- Marrone - Rosso e raramente Giallo - Arancio - Blu.
Per le resistenze da 101 - 1.010 - 101.000 ohm la prima fascia in
colore sara' sempre Marr
Solo nel caso delle resistenze con una tolleranza dell'1% potrebbe
presentarsi un problema, in quanto l'ultima fascia e' di colore
Marrone.
In questo caso bastera' leggere la resistenza da entrambi i lati e
verificare quali valori si ottengono.

Esempio = Ammettiamo di avere una resistenza da 10.600 ohm 1% che
presenti queste fasce in colore:

Marrone - Nero - Blu - Rosso - Marrone
1 0 6 00 1%

Leggendola da lato sbagliato, cioe' dalla tolleranza, otterremo 126
ohm 1%, dunque un valore alquanto strano, mentre leggendola dal lato
giusto otterremo un valore di 10.600 ohm, che risulta più corretto.
In caso di dubbio sara' sufficiente verificare con un ohmetro se il
suo valore e' più prossimo a 126 ohm oppure a 10.600 ohm.

Se la resistenza acquistata e' da 90.900 ohm, e' ovvio che dovra'
necessariamente iniziare con una prima fascia di colore Bianco e mai
di colore Verde - Rosso - Marrone.
Quando vi sono sei fasce in colore l'ultima sara' sempre Nero -
Marrone - Rosso, preceduta dalla quinta fascia della tolleranza che
puo' essere soltanto Verde - Marrone.
Poiche' di norma si usano sempre tolleranze dello 0,5% oppure dell'1%,
il colore Rosso si potra' tranquillamente non considerare.


DECIFRARE IL VALORE DELLE RESISTENZE (3)

RESISTENZE A FILO
-------------------------------


Sebbene per queste resistenze il valore in ohm venga indicato con un
numero, e' facile incorrere in errori di decifrazione poiche' non
tutte le industrie seguono una regola ben precisa.
Quando sul corpo di tali resistenze troviamo scritto 0.12 - 0.1 - 4.7
- 10 ohm non vi e' alcun problema per decifrarle, ma quando troviamo
stampigliato R01 - R1 - R10 - R15 - 10R - 1R0 - 4R7 - 10R, le cose si
complicano e si cominciano a commettere degli errori di lettura,
perche' non si e' a conoscenza del significato della lettera R.
Per decifrare questi valori bastera' ricordare che se la lettera R si
trova all'inizio del numero, sostituisce il numero 0, (zero virgola),
mentre se e' inserito tra due numeri va considerata sempre come una
semplice virgola.

======================================================================
ESEMPI
======================================================================

a) Se sopra due resistenze troviamo stampigliato R1 e R10, sapendo che
la lettera R equivale a 0, otterremo:

0,1 e 0,10 ohm

pertanto queste resistenze anche se siglate in modo diverso sono
emtrambe da 0,1 ohm.

b) Se troviamo stampigliato su una resistenza 4R7, quale sara' il suo
esatto valore?
Sapendo che la R posta tra due numeri equivale ad una virgola,
dovremo leggere 4,7 ohm.

c) Se troviamo stampigliato R01, la resistenza avra' un valore ohmico
pari a 0,01 ohm.


RESISTENZE IN PARALLELO
--------------------------------------------


La seguente formula ci permette di conoscere il valore ohmico che si
ottiene collegando due resistenze in parallelo:

Ohm = (R1 x R2) : (R1 + R2)

======================================================================
ESEMPI
======================================================================

1) = Se ad una resistenza da 1.200 Ohm applichiamo in parallelo una
resistenza da 560 ohm otterremo un valore pari a:

(1200 x 560) : (1200 x 560) = 381,81 ohm


Per poter calcolare la resistenza che dovremo applicare in parallelo
ad una resistenza conosciuta per ottenere un valore precedentemente
stabilito, potremo utilizzare la formula:

R2 = (R1 x Rx) : (R1 - Rx)

dove:

R2 = e' la resistenza da applicare in parallelo a R1
R1 = e' la resistenza di valore noto
Rx = e' il valore che vogliamo ottenere

Se il valore di Rx e' minore di R1, dovremo fare Rx - R1


2) = Abbiamo una resistenza R1 da 560 ohm e vorremmo conoscere quale
valore di R2 applicargli in parallelo per ottenere un valore
ohmico Rx di 500 ohm:

(560 x 500) : (560 - 500) = 4.666 ohm

Poiche' il valore standard più prossimo a 4.666 e' 4.700 ohm potremo
controllare quale valore otterremo usando questo valore standard:

(560 x 4.700) : (560 + 4.700) = 500,38 ohm

Per ottenere un valore di 500 ohm sara' sufficiente collegare in
parallelo due resistenze da 1.000 ohm.


DECIFRARE IL VALORE DELLE RESISTENZE (4)

WATT dissipazione di un PARALLELO
-----------------------------------------------------


Applicando in parallelo due resistenze di identico valore si dimezza
il loro valore ohmico, ma si raddoppia la potenza.
Pertanto se applichiamo in parallelo due resistenze da 1.000 ohm 1/2
Watt, otterremo in pratica un valore totale di 500 ohm 1 Watt.
Applicando in parallelo due resistenze di valore notevolmente diverso,
ad esempio 560 ohm 1/2 Watt e 4.700 ohm 1 Watt, dobbiamo considerare
come valida la potenza della resistenza di valore ohmico minore, cioè
1/2 Watt.


RESISTENZE IN SERIE
----------------------------------


Per poter conoscere il valore ohmico che si ottiene applicando due
resistenze in serie, si potrà utilizzare la seguente formula:

Ohm = R1 + R2

Se applichiamo in serie una resistenza da 470 ohm con una da 220 ohm
otterremo un valore di:

470 + 220 = 690 ohm

Applicando in serie tre resistenze, una da 10.000 ohm, una da 220 ohm
ed una da 33 ohm, si otterrà un valore ohmico pari alla somma delle
tre resistenze:

10.000 + 220 + 33 = 10.253 ohm

Tenete presente che le resistenze hanno una tolleranza del 10% quindi
tra il calcolo teorico e risultato pratico esisterà sempre una lieve
differenza.


WATT dissipazione di una SERIE
---------------------------------------------


Applicando in serie due resistenze di identico valore si raddoppia la
potenza.
Pertanto se applichiamo in serie due resistenze da 1.000 Ohm 1/2 watt
otterremo in pratica un valore totale di 2.000 ohm 1 Watt.
Applicando in serie tre resistenze da 1.000 ohm 1/2 Watt otterremo un
valore totale di 3.000 ohm 1,5 Watt.
Applicando in serie due resistenze di valore notevolmente diverso, ad
esempio 560 ohm 1/2 Watt e 1.000 ohm 1 Watt, dobbiamo considerare come
valida la potenza della resistenza di valore ohmico minore, cioè 1/2
Watt.


VOLT ai capi di una RESISTENZA
------------------------------------------------


Per conoscere la differenza di tensione esistente ai capi di una
resistenza percorsa da una corrente potremo usare queste due formule:

Volt = Ohm x Amper

Volt = (Ohm x milliAmper) : 1.000


Esempio - Vorremmo conoscere la tensione che risulterà presente sulla
resistenza da 1,2 ohm posta sull'Emettitore di un transistor,
quando questo assorbirà una corrente di 100 milliAmper:


(1,2 x 100) : 1.000 = 0,12 Volt

RESISTENZA per ridurre una TENSIONE
---------------------------------------------------------


Per conoscere il valore ohmico da utilizzare per ottenere una
determinata caduta di tensione potremo utilizare la formula:

Ohm = [(Vcc - Vu) : mA] x 1.000

Vcc = tensione di alimentazione
Vu = tensione di uscita

Esempio - Abbiamo una tensione di 30 Volt con la quale vorremmo
alimentare un circuito che richiede una tensione di 9 Volt e
vorremmo conoscere il valore della resistenza che dobbiamo
utilizzare:

Per poter calcolare il valore di questa resistenza occorre sapere
quanto assorbe il circuito da alimentare.
Ammesso che questo assorba 14 milliAmper potremo calcolare il valore
della resistenza di caduta:

[(30 - 9) : 14] x 1.000 = 1.500 ohm


RESISTENZA sui DIODI LED
------------------------------------------


Per accendere un diodo led è necessario applicare in serie alla
tensione di alimentazione una resistenza che limiti la corrente di
assorbimento, cosi' da impedire che il led si bruci.
Per ottenere una discreta luminosità dovremo far scorrere nel led una
corrente di circa 15 - 16 mA.
Prendendo come valore ottimale 15 millAmper, per calcolare il valore
ohmico della resistenza da collegare in serie potremo usare questa
semplice formula:

Ohm = (Vcc - 1,5) : 0,015

Il numero 0,015 corrisponde agli Amper che scorrono nel diodo led ed
equivale in pratica a 15 milliAmper, infatti 15 : 1.000 = 0,015
Amper.

Se vogliamo ottenere una maggiore luminosità, potremo modificare la
formula come segue:

Ohm = (Vcc - 1,5) : 0,020

Esempio - Vogliamo alimentare un diodo led con una tensione prelevata
da una pila da 4,5 Volt, quindi vorremmo calcolare il
valore ohmico che dobbiamo applicare in serie al diodo.

Inizialmente potremo calcolare questo valore ohmico con la prima
formula:

Ohm = (Vcc - 1,5) : 0,015

sapendo che la Vcc è di 4,5 Volt, dovremo utilizzare una resistenza
da:

(4,5 - 1.5) : 0,015 = 200 ohm

Non essendo questo un valore standard, potremo tranquillamente
utilizzare 180 ohm.
Volendo ottenere dal diodo led una maggiore luminosità, potremo
utilizzare la seconda formula, che divide il risultato per 0,020
anzichè per 0,015 quindi avremo:

(4,5 - 1,5) : 0,020 = 150 ohm


RESISTENZA DI CADUTA sui DIODI ZENER
----------------------------------------------------------------


Perchè un diodo zener stabilizzi una tensione, occorre alimentarlo
tramite una resistenza di caduta, il cui valore andrà calcolato in
funzione della sua potenza e della tensione di alimentazione.
Per calcolare il valore ohmico di questa resistenza dovremo utilizzare
le seguenti formule:

per i diodi zener da 1/2 Watt:

Ohm = [(Vcc - Vz) : (20 + mA)] x 1.000

per i diodi zener da 1 Watt:

Ohm = [(Vcc - Vz) : (30 + mA)] x 1.000

dove:

Vcc = tensione di alimentazione
Vz = tensione di lavoro del diodo zener
mA = corrente in milliAmper.


Esempio - Volendo stabilizzare una tensione di 12 Volt a 5,1 Volt con
un diodo zener da 1/2 Watt per alimentare un circuito che assorbe
circa 10 mA, dovremo utilizzare una resistenza da:

[(10 - 5,1) : (20 + 10)] x 1.000 = 163 ohm

Utilizzeremo perciò il valore più prossimo, 150 o 180 ohm.


CALCOLATORE PER IL
CODICE DEI COLORI DELLE RESISTENZE

  Fascia1 Fascia 2 Fascia 3 Tolleranza
Nero Argento
Marrone Oro
Rosso Vuoto
Arancio
Giallo   Risultato

10^ %
=

Verde
Blu
Viola
Grigio
Bianco